Residenza d’artista

RESIDENZA D'ARTISTA

Residenza d’artista 2020

IL PROGETTO PER PAVIA DI CECILIA CECCHERINI VINCITRICE DI “RESIDENZA D’ARTISTA 2020”

CECILIA CECCHERINI

Cecilia Ceccherini, giovane artista torinese, è la vincitrice della settima edizione del Concorso “Residenza d’artista 2020” (https://www.arvima.it/category/residenza-dartista/) organizzato da Ar.Vi.Ma., in collaborazione con il Settore Cultura del Comune di Pavia e con il Collegio Fratelli Cairoli di Pavia. Il Concorso intende offrire a un artista italiano o straniero una borsa di studio, l’opportunità di soggiornare a Pavia ospite del Collegio Cairoli e di lavorare all’interno dei laboratori di Ar.Vi.Ma nel prossimo mese di giugno e qui preparare uno mostra/intervento da presentare successivamente alla città. In questa settima edizione, “Residenza d’artista” è dedicata al tema della biodiversità, in raccordo con il progetto triennale Biovario promosso precedentemente da Ar.Vi.Ma, Università degli studi di Pavia-Orto Botanico e Dipartimento Scienze della Terra (https://www.arvima.it/biovario/).
L’argomento ambientale è congeniale alla ricerca e alla poetica di Cecilia, la quale, nella lettera di presentazione al Concorso, ha dichiarato: “(Da alcuni anni) ho iniziato a interrogarmi su come arte e design possano essere visti come strumenti per sviluppare una maggiore consapevolezza dell’attuale crisi
ambientale. Da questi pensieri nascono alcune domande che accompagnano recentemente la mia ricerca: come possiamo cambiare la nostra relazione con i materiali, le risorse della terra e i modi di produzione? Come possono nuovi concetti di relazione e interconnessione essere il punto di partenza per un cambiamento radicale?”.

Nel verbale del suo Consiglio Direttivo (2 gennaio u.s.) Ar.Vi.Ma ha ufficializzato le scelte avanzate dal Comitato di selezione incaricato di valutare i Progetti pervenuti; il Comitato era composto da: Gabriele Albanesi, Direttore Artistico Ar.Vi.Ma, artista e docente, Susanna Zatti, Storica dell’arte Cristiane Gerardelli, artista Anna Mariani, Docente di Storia dell’arte, Accademia di Belle Arti di Brera Mariangela Singali Calisti, Assessore alla Cultura, Musei, Eventi e Marketing Territoriale del Comune di Pavia. Il progetto di Cecilia Ceccherini è piaciuto per il rigore e l’impostazione delle linee che lo ispirano, coerenti innanzitutto con le caratteristiche e le finalità del Progetto Biovario. Il Consiglio ha particolarmente apprezzato la ricchezza e l’originalità dei contenuti del progetto proposto, la sua concretezza e la sua aderenza alle problematiche ambientali. E’ stata anche valutata positivamente la proposta della candidata di tradurre la sua attività progettuale nelle modalità di una performance, scelta che è apparsa particolarmente in sintonia con il naturale atteggiamento di condivisione e scambio tra arte e ambiente.
Il Consiglio Direttivo ha infine indicato al secondo posto l’artista Alessandro Perini, “per la ricchezza e l’articolazione del Progetto presentato, l’originalità dell’impianto interdisciplinare, tra musica, arte visuale e ricerca ambientale, la chiarezza di intenti e di riferimenti, un impianto argomentativo professionalmente ineccepibile”.

Scroll up